• Italia
  • venerdì 9 agosto 2019

È stata cancellata la data di Vasto, fissata al 17 agosto, del “Jova Beach Party”, il tour di Jovanotti

Lo ha deciso la prefettura per motivi di sicurezza, ma secondo Jovanotti non ci sono ragioni oggettive e si è trattato solo di una «battaglia politica locale»

La data di Vasto (Chieti) del 17 agosto del “Jova Beach Tour”, il tour dei concerti estivi di Jovanotti, è stata cancellata. La decisione è stata presa dalla prefettura di Chieti dopo una riunione congiunta con il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. La prefettura ha rilevato una serie di criticità riguardanti la sicurezza e la viabilità, dato che lo svolgimento del concerto avrebbe comportato la chiusura di un tratto della SS 16, da adibire temporaneamente a parcheggio.

«La ragione – ha scritto Jovanotti sui suoi social network –  è intessuta nelle dinamiche assurde che hanno trasformato un’occasione di festa, gioia ed opportunità di sviluppo di un territorio in scontro di forze locali in “bagarre”. Chi alla fine ha “vinto” ottenendo la cancellazione combatte una sua personale battaglia politica locale in affannosa ricerca di visibilità a buon mercato che evidentemente una cosa grande e bella come Jova Beach Party offre. Non ci sono ragioni oggettive, le centinaia di documenti prodotti non sono stati esaminati e nessun riscontro è stato dato alle migliaia di testimonianze relative alle 9 tappe già fatte. Non sono mai state interpellate le prefetture che si sono complimentate con noi per il lavoro svolto fino ad ora. […] A Vasto ha vinto il fronte del NO, quello di cui l’Italia è pervasa».

In precedenza era stata cancellata già una data del “Jova Beach Tour”, quella del 27 luglio a Albenga, a causa delle mareggiate che avevano eroso la spiaggia dove si sarebbe dovuto tenere il concerto. L’ultima tappa del tour sarà il 21 settembre all’aeroporto di Linate.

La tappa del "Jova Beach Tour" a Viareggio (ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.