• Mondo
  • giovedì 1 agosto 2019

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif. Lo ha fatto sapere il dipartimento del Tesoro, spiegando che le sanzioni vietano a Zarif di viaggiare o effettuare transazioni economiche verso o attraverso gli Stati Uniti. «Javad Zarif implementa l’agenda spericolata del leader supremo dell’Iran [Ali Khamenei precedentemente sanzionato, ndr] ed è il principale portavoce del regime in tutto il mondo», ha dichiarato il segretario al Tesoro Steven Mnuchin in una nota. Zarif ha risposto che la decisione delle sanzioni mostra solamente come gli USA lo vedano come una “minaccia”. Su Twitter ha anche scritto che la decisione non avrà «alcun effetto» su di lui o sulla sua famiglia perché non hanno «alcuna proprietà o interesse fuori dell’Iran».

Le sanzioni contro il massimo diplomatico iraniano sono arrivate in un momento molto critico delle relazioni tra Iran e Stati Uniti, iniziato lo scorso 8 maggio 2018 con il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare.

Mohammad Javad Zarif, New York, 18 giugno 2019 (Drew Angerer/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.