• Italia
  • martedì 30 Luglio 2019

Il sospettato per l’omicidio del carabiniere a Roma aveva aggredito un suo compagno di scuola nel 2016, dice il San Francisco Chronicle

Secondo il quotidiano californiano San Francisco Chronicle, Finnegan Lee Elder, il sospettato per l’omicidio del carabiniere a Roma, nel 2016 aveva aggredito un suo compagno di scuola durante una festa, causandogli un grave trauma cranico. Elder, che ha 19 anni, è stato arrestato a Roma con l’accusa di aver ucciso il carabiniere Mario Cerciello Rega nella notte tra giovedì 25 e venerdì 26 luglio. Come l’altra persona arrestata, il 18enne Gabriel Christian Natale-Hjorth, Elder è nato e cresciuto nella zona di San Francisco. Il Chronicle ha scritto che durante una festa nell’ottobre del 2016, quando frequentava la scuola Sacred Heart Cathedral Preparatory di San Francisco e giocava nella squadra di football, Elder aveva colpito con un pugno un suo compagno di squadra, causandogli un grave trauma cranico. Il compagno colpito, anche lui all’epoca 16enne, era arrivato in ospedale in condizioni gravissime, dice il Chronicle, e in pericolo di vita: era rimasto ricoverato per lungo tempo prima di poter essere dimesso. Lo stesso Chronicle all’epoca aveva raccontato l’aggressione, ma senza dare le generalità dei ragazzi coinvolti.

Elder si era costituito alla polizia ed era stato arrestato e processato da un tribunale minorile. Il Chronicle dice che fu dichiarato colpevole ma che non è chiaro che condanna ricevette. Un portavoce della famiglia Elder ha spiegato che l’incidente avvenne durante una rissa che era stata organizzata e di cui erano a conoscenza molti altri membri della squadra di football di Elder. Il Chronicle ha confermato che altri studenti furono indagati per i disordini seguiti all’ultima partita della stagione di football di quell’anno. Alcuni giornali italiani hanno riportato questa storia attribuendo però i fatti a Natale-Hjorth, non è chiaro in base a quali informazioni. Il San Francisco Chronicle è uno dei più importanti quotidiani californiani, e il più importante pubblicato nella zona di San Francisco.

(ANSA/CIRO FUSCO)