• Mondo
  • sabato 27 luglio 2019

A Mosca più di 300 persone sono state arrestate durante una manifestazione per chiedere elezioni libere

A Mosca più di 300 persone sono state arrestate durante una manifestazione per chiedere elezioni libere, sostiene una ong indipendente che si occupa di monitorare le attività dell’opposizione in Russia. Gli arresti sono avvenuti a circa una settimana di distanza da una grossa manifestazione a favore della democrazia. A settembre in Russia si terranno alcune elezioni locali, ma come avviene da alcuni anni a questa parte le persone che scelgono di candidarsi in opposizione a Russia Unita, il partito del presidente Vladimir Putin, vengono spesso escluse per ragioni di facciata.

Due giorni fa la polizia aveva perquisito le case di quattro candidati dell’opposizione, senza una ragione evidente. Alex Navalny, il leader di fatto dell’opposizione russa, è stato arrestato e condannato a un mese di carcere – per l’ennesima volta – proprio per avere indetto la manifestazione di oggi.

(AP Photo/Alexander Zemlianichenko)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.