• Mondo
  • giovedì 25 Luglio 2019

Gli Stati Uniti torneranno a eseguire condanne a morte a livello federale

Il procuratore generale statunitense William P. Barr (il corrispettivo del nostro ministro della Giustizia) ha comunicato che il governo federale degli Stati Uniti tornerà a ordinare l’esecuzione di condanne a morte, una cosa che non ha fatto negli ultimi 16 anni. Barr ha detto che tra dicembre e gennaio saranno eseguite le condanne a morte di cinque attuali detenuti, condannati per omicidi o stupri. L’esecuzione della pena di morte a livello federale era bandita nel 1972, reintrodotta nel 1988 e in seguito sospesa dopo una sorta di moratoria del 20o3. Al momento gli stati statunitensi in cui è prevista la condanna a morte sono 29.

 

AP Photo/Dave Martin, File