• Mondo
  • giovedì 18 luglio 2019

L’Iran ha detto di avere sequestrato una petroliera straniera accusata di trafficare carburante nello stretto di Hormuz

La televisione di stato iraniana ha detto giovedì che le Guardie Rivoluzionarie, l’unità militare più potente in Iran, hanno sequestrato domenica scorsa una petroliera straniera a sud dell’isola di Larak, nello stretto di Hormuz, che divide il Golfo Persico dal Golfo dell’Oman. Secondo l’Iran, la petroliera stava cercando di trasportare «un milione di litri di carburante» acquistato da trafficanti iraniani e diretto verso navi straniere non meglio identificate. Le Guardie Rivoluzionarie hanno anche arrestato i 12 membri dell’equipaggio, di cui però non si conosce ancora la nazionalità. Nel pomeriggio è stato poi diffuso un video che mostra alcuni motoscafi iraniani mentre circondano la petroliera, battente bandiera panamense.

(AP Photo/Kamran Jebreili)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.