• Mondo
  • venerdì 12 luglio 2019

Decine di passeggeri di un aereo della Air Canada hanno riportato ferite a causa delle turbolenze incontrate in volo

Decine di passeggeri di un aereo della compagnia canadese Air Canada hanno riportato ferite durante un volo a causa delle anomale turbolenze incontrate. L’aereo, che era partito da Vancouver e diretto a Sydney, in Australia, è stato deviato verso le isole Hawaii, ed è atterrato a Honolulu: a bordo c’erano 269 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio. «Le informazioni in nostro possesso indicano che circa 35 persone sono state ferite lievemente», ha detto Angela Mah, portavoce della compagnia. Secondo quanto riferito dai soccorritori, invece, 9 persone avrebbero riportato ferite gravi.

Le persone ferite hanno riportato tagli, escoriazioni, lividi e dolori alla schiena e al collo. Una volta atterrati a Honolulu, i passeggeri sono stati condotti in ospedale, e dopo alcune ore tutti tranne uno sono stati dimessi. Secondo quanto raccontato dai passeggeri, le turbolenze sono state molto forti e inaspettate, facendo sobbalzare in aria alcuni di quelli che non avevano la cintura allacciata e facendoli sbattere col tetto dell’aereo. «Ho visto un gruppo di persone colpire il tetto. Due hostess stavano portando del cibo in quel momento e anche loro hanno sbattuto contro il tetto. Ma nel complesso le persone sembrano stare bene, non sembra che ci siano ferite gravi», ha detto uno dei passeggeri.

(Tim Tricky/Hurricane Fall via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.