• Mondo
  • domenica 7 luglio 2019

L’Iran produrrà uranio arricchito oltre il 3,67 per cento

Si tratta della seconda violazione dell'accordo sul nucleare del 2015: un nuovo tentativo di fare pressione sull'Unione Europea nelle trattative per ottenere maggiori aiuti

L’Iran ha annunciato che produrrà uranio arricchito oltre il limite del 3,67 per cento previsto dall’accordo sul nucleare del 2015. L’annuncio è stato fatto dal capo dei negoziatori iraniani sulle questioni nucleari, Abbas Araghchi, che ha spiegato che l’Iran comincerà a produrre uranio arricchito al 5 per cento. Si tratta comunque di un livello di arricchimento dell’uranio lontano da quello necessario per produrre una bomba atomica, per cui serve uranio arricchito al 90 per cento.

Il primo luglio l’Iran aveva già detto di aver superato il limite di scorte di uranio arricchito previste dall’accordo e aveva annunciato anche la nuova violazione compiuta oggi. Entrambe le notizie vanno interpretate nell’ambito delle trattative che sono in corso tra l’Iran e l’Unione Europea affinché vengano implementate delle misure che permettano all’Iran di continuare a commerciare con i grandi paesi occidentali aggirando le nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti, che per volere del presidente Donald Trump hanno abbandonato l’accordo sul nucleare iraniano del 2015.

Per saperne di più, potete leggere questo articolo 👇🏼

Le minacce dell’Iran sull’uranio arricchito, spiegate

Abbas Araghchi (AP Photo/Vahid Salemi)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.