Un uomo che aveva denunciato Kevin Spacey per molestie sessuali ha rinunciato alla richiesta di risarcimento danni

Un uomo che aveva denunciato l’attore Kevin Spacey per averlo molestato sessualmente nel 2016 in un bar a Nantucket, in Massachusetts, ha rinunciato alla richiesta di risarcimento danni contro di lui. Il suo avvocato non ha dato spiegazioni per la decisione. Spacey dovrà comunque affrontare le accuse penali legate al caso, per cui si era dichiarato innocente lo scorso gennaio. Stando alle leggi statunitensi, l’accusatore non potrà chiedere il risarcimento in futuro. È il figlio di Heather Unruh, una conduttrice televisiva di Boston: aveva raccontato che Spacey aveva fatto ubriacare il figlio e poi l’aveva aggredito sessualmente nel ristorante in cui lavorava.

Kevin Spacey in tribunale a Nantucket, Massachusetts, 7 gennaio 2019 (Nicole Harnishfeger-Pool/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.