Kim Kardashian ha vinto una causa di 2,4 milioni di euro contro un’azienda che usava la sua immagine per vendere vestiti

Kim Kardashian-West ha vinto una causa per 2,7 milioni di dollari (circa 2,4 milioni di euro) contro la filiale statunitense dell’azienda di abbigliamento britannico Missguided, che usava il suo nome e la sua immagine per vendere repliche dei vestiti che indossava, spesso taggandola anche su Instagram. Missguided dovrà anche smettere di usare simboli e oggetti evidentemente riconducibili a Kardashian per «vendere, farsi pubblicità e distribuire i suoi prodotti».

Per dare un’idea di come funzionava: a febbraio Kardashian aveva pubblicato una foto su Instagram con un abito dorato realizzato dal marito, il musicista e stilista Kanye West; poche ore dopo Missguided aveva pubblicato la foto di un abito simile, indossato da una modella che ricordava Kardashian.

View this post on Instagram

Hey Kim, we're onto your little game. Just when you thought nothing would top the fake-out "confession" of Kendall's Proactiv ad, the Kardashians do it again. @kimkardashian posted a picture of herself in an old dress Kanye made for her, presumably under his Yeezy label, with a pithy caption pleading for fast fashion brands to let her wear the dress before knocking it off. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Three hours after her post, it popped up on quick-turn retailer @missguided , who has entire website sections dedicated to kopying the Kardashian style. Last year, Fashion Nova famously dropped their own versions of Kylie's custom birthday looks mere hours after she posted them. The lack of transparency around celebrity endorsements is a big problem facing social media. We think we smell a rat. Dieters, is this a thinly veiled collab, or does Missguided have a secret atelier of magical elves making stretchy dresses round the clock and shooting them on Kim K doppelgängers? Lol. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ • ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ #kimkardashian #missguided #literally #fastfashion #collab #transparency #designer #yeezy #ye #kanye #kimye #collaboration #magicalelves #speedtomarket #retail #luxurybrand #kardashian #kuwtk #fashionnova #ootd #wiwt #dietprada

A post shared by Diet Prada ™ (@diet_prada) on

Missguided, fondata a Manchester nel 2009, ha commentato in un comunicato stampa che «il processo legale non è ancora giunto a conclusione». In passato Kardashian si era più volte lamentata delle aziende di fast fashion – cioè di abbigliamento economico come Zara e H&M – che copiavano un abito non appena compariva una foto in cui lo indossava.

Kim Kardashian (Jesse Grant/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.