• Mondo
  • venerdì 14 giugno 2019

L’ex presidente del Sudan Omar al-Bashir è stato formalmente accusato di corruzione

L’ex presidente del Sudan Omar al-Bashir è stato formalmente accusato di corruzione: la procura generale del paese non ha però fornito altri dettagli. Bashir era stato destituito e arrestato lo scorso 11 aprile dopo essere stato per trent’anni presidente. Il colpo di stato era stato realizzato dall’esercito, dopo settimane di proteste antigovernative. In maggio era stato incriminato anche per l’uccisione di manifestanti durante le manifestazioni.

Omar al-Bashir (Liu Jin-Pool/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.