• Mondo
  • lunedì 10 giugno 2019

Il presidente dell’Albania ha cancellato le elezioni amministrative del 30 giugno

Ilir Meta, presidente dell’Albania, ha cancellato le elezioni amministrative che si sarebbero dovute tenere il prossimo 30 giugno, sostenendo che al momento non ci siano le condizioni necessarie per elezioni «democratiche, rappresentative e inclusive». La decisione è arrivata dopo l’ennesima manifestazione di protesta contro il governo. Le proteste vanno avanti da circa tre mesi e sono sostenute dal principale partito di opposizione, il Partito Democratico, guidato da Lulzim Basha: i manifestanti hanno chiesto le dimissioni del primo ministro Edi Rama, presidente del Partito Socialista al governo dal 2013, accusato di corruzione e di brogli elettorali nelle elezioni del 2017.

Una manifestazione di protesta a Tirana l'8 giugno (AP Photo/Hektor Pustina)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.