• Mondo
  • giovedì 6 giugno 2019

Dal 2021 sarà vietato vendere tabacco nella città di Beverly Hills, negli Stati Uniti

A partire dal 2021 non si potrà vendere tabacco in gran parte dei punti vendita attualmente autorizzati di Beverly Hills, città che si trova nel territorio di Los Angeles, in California. Il consiglio comunale della città ha votato all’unanimità per vietare la vendita di sigarette, sigari, sigarette elettroniche e altri prodotti contenenti tabacco nelle stazioni di servizio, nei negozi di alimentari e nelle farmacie (negli Stati Uniti non è insolito che le farmacie vendano sigarette). Saranno esentati dal divieto gli hotel e tre locali di lusso dedicati ai fumatori di sigari. Secondo la National Association of Tobacco Outlets, l’associazione dei rivenditori di tabacco negli Stati Uniti, la decisione della città di Beverly Hills è la prima di questo tipo presa nel paese. «Questa decisione riflette i valori della nostra comunità», ha detto il sindaco John Mirisch. «Abbiamo preso l’iniziativa di limitare il fumo e promuovere la salute pubblica. Qualcuno deve essere il primo a farlo, quindi lo abbiamo fatto noi».

(AP Photo/Jae C. Hong)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.