• Mondo
  • giovedì 30 Maggio 2019

Una barca è affondata nel Danubio, a Budapest: almeno 7 persone sono morte

E 20 risultano disperse, tra cui un bambino: sono soprattutto turisti dalla Corea del Sud

Una barca per tour turistici si è ribaltata ed è affondata nel Danubio a Budapest, in Ungheria, mercoledì verso le 22 ora locale: sette persone sono morte, sette sono state salvate e 21 risultano disperse, tra cui un bambino (a un certo punto Reuters aveva parlato di 8 morti, citando le autorità ma poi ha riportato la stima di 7). A bordo c’erano 35 persone: 30 turisti dalla Corea del Sud, due guide, un fotografo e due membri dell’equipaggio della barca. Reuters scrive che la barca stava ormeggiando vicino al Parlamento ungherese e che si sarebbe rovesciata dopo essere stata colpita da un’altra imbarcazione. La barca si chiama Hableany, che significa Sirena, e poteva trasportare fino a 45 persone.

Per i soccorsi sono stati impiegati barche, sommozzatori e radar; la barca è stata ritrovata sul fondo dopo ore di ricerche. I soccorritori hanno detto che con il passare del tempo le probabilità di recuperare i dispersi si riducono a causa delle forti correnti che li trasporterebbero lontano.

Una barca in cerca dei dispersi, Budapest, 30 maggio 2019 (Peter Lakatos/MTI via AP)