È stato rimandato alla settimana prossima il Consiglio dei ministri che avrebbe dovuto portare all’approvazione del “decreto sicurezza bis” e del “decreto famiglia”

Il Consiglio dei ministri che avrebbe dovuto portare all’approvazione del “decreto sicurezza bis” e del “decreto famiglia” è stato rimandato alla settimana prossima. La decisione è stata comunicata mercoledì sera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte dopo un lungo incontro che Conte aveva avuto mercoledì con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Conte non ha spiegato precisamente i motivi del rinvio, dicendo però che non è legato a pressioni di Mattarella per rivedere i due decreti. Il “decreto sicurezza bis” voluto dal leader della Lega Matteo Salvini era stato oggetto di grosse discussioni negli ultimi giorni e i giornali avevano scritto che la presidenza della Repubblica aveva chiesto alcune modifiche del testo.

Giuseppe Conte in conferenza stampa, Roma, 2 maggio 2019 (Vincenzo Livieri - LaPresse)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.