• Mondo
  • martedì 21 maggio 2019

Cinque parlamentari catalani in carcere per la loro attività indipendentista hanno partecipato alla seduta inaugurale del Parlamento spagnolo

Cinque parlamentari indipendentisti catalani che si trovano in carcere per il ruolo avuto nella dichiarazione d’indipendenza fatta dalla Catalogna in seguito al referendum dell’ottobre 2017, hanno partecipato alla seduta inaugurale del Parlamento spagnolo. I cinque, che sono i deputati Josep Rull, Oriol Junqueras, Jordi Sànchez, Jordi Turull e il senatore Raül Romeva, sono sotto processo con l’accusa di ribellione ma sono stati eletti ugualmente alle elezioni politiche dello scorso 28 aprile. Presteranno giuramento come tutti gli altri parlamentari e poi verranno condotti nuovamente in carcere. La scorsa settimana la Corte Suprema spagnola aveva respinto una loro richiesta di essere liberati definitivamente, ma aveva concesso loro di partecipare alla prima seduta parlamentare, senza specificare niente sulle successive sedute.

(AP Photo/Bernat Armangue, Pool)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.