• Mondo
  • lunedì 20 maggio 2019

Un uomo francese è stato condannato a morte in Indonesia per traffico di droga

Un tribunale indonesiano ha condannato a morte il 35enne francese Felix Dorfin, che era stato arrestato a settembre dopo essere stato sorpreso con tre chilogrammi di droga, tra cui ecstasy e anfetamine, nella sua valigia all’aeroporto di Lombok, un’isola turistica vicino a Bali. La sentenza è ancora più severa di quella chiesta dai pubblici ministeri indonesiani, 20 anni di carcere. A gennaio Dorfin era riuscito ad evadere dal carcere in cui si trovava grazie all’aiuto di una poliziotta che aveva corrotto ed era stato catturato solo due settimane dopo.

L’Indonesia ha una delle più severe leggi sul traffico di droga al mondo, che prevede anche la pena di morte davanti a un plotone di esecuzione. Condanne a morte per persone trovate in possesso di droga furono già eseguite in passato: è il caso di due cittadini australiani, Andrew Chan e Myuran Sukumaran, accusati nel 2015 di essere i capi di una banda internazionale di trafficanti di droga.

Felix Dorfin in attesa del processo in un tribunale in Indonesia. (ARSYAD ALI / AFP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.