• Mondo
  • domenica 19 maggio 2019

I primi exit poll dicono che in India ha vinto la coalizione del primo ministro uscente, Narendra Modi

La coalizione conservatrice che sostiene il primo ministro dell’India, Narendra Modi, secondo i primi exit poll ha vinto le elezioni politiche del paese che si sono concluse ufficialmente oggi, col settimo turno di votazioni. È un’informazione da prendere con molta cautela: gli elettori indiani sono 900 milioni e in passato gli exit poll indiani non sono sempre stati affidabili. Il risultato del voto sarà comunicato da giovedì in poi. In ogni caso, quasi tutti gli exit poll pronosticano lo stesso esito: la coalizione conservatrice dovrebbe perdere seggi rispetto a oggi ma riuscire comunque a superare la maggioranza assoluta, cioè ottenere almeno 271 seggi. Le previsioni vanno da un minimo di 287 a un massimo di 336 seggi. La principale coalizione di opposizione, raccolta attorno allo storico Partito del Congresso indiano, dovrebbe aver raddoppiato i suoi seggi, passando da 44 a oltre 100. Soltanto un exit poll pronostica che Modi non riesca a ottenere la maggioranza dei seggi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.