• Mondo
  • giovedì 16 maggio 2019

Due scalatori sono morti sul monte Kangchenjunga, in Nepal, e un terzo è disperso

Due scalatori indiani sono morti sul monte Kangchenjunga, la terza montagna più alta del mondo, in Nepal. Sono il 48enne Biplab Baidya, e il 46enne Kuntal Kanrar: il primo è morto dopo aver raggiunto la cima della montagna, a 8.586 metri, il secondo cercando di raggiungere la vetta: entrambi a causa di ipotermia, mal di montagna e cecità da neve, secondo gli organizzatori della loro spedizione. Uno scalatore cileno che era nella zona, Rodrigo Vivanco, risulta disperso.

(Getty Images)