• Mondo
  • giovedì 16 maggio 2019

È stato smantellato il gruppo criminale che aveva rubato 100 milioni di dollari attraverso un malware

Un gruppo criminale internazionale che ha usato il malware GozNym (cioè un software malevolo che rende controllabile a distanza un computer all’insaputa del suo proprietario) per rubare 100 milioni di dollari (89 milioni di euro) in più di 40 mila computer è stato smantellato. La notizia è stata data nella sede dell’Europol, la polizia europea, all’Aia, e ha visto il coinvolgimento e il coordinamento delle polizie di Stati Uniti, Bulgaria, Germania, Georgia, Moldavia e Ucraina.

Il gruppo attirava gli utenti facendosi pubblicità su forum online; cliccando su link apparentemente innocui gli utenti consegnavano gli accessi ai loro account bancari grazie a GozNym, nato dalla combinazione di altri due malware, Nymaim e Gozi.

Dieci membri dell’organizzazione sono stati accusati a Pittsburgh, negli Stati Uniti, di crimini come furto di denaro e riciclaggio attraverso account bancari statunitensi e stranieri; cinque cittadini russi sono stati incriminati ma sono latitanti, tra di loro c’è anche lo sviluppatore di GozNym. Tra gli altri membri dell’organizzazione arrestati ci sono il leader del gruppo e il suo assistente, che saranno processati in Georgia; un uomo estradato negli Stati Uniti dalla Bulgaria; un altro che sarà processato in Moldavia e infine due che saranno processati in Germania, per riciclaggio. Tra le vittime c’erano soprattutto piccoli imprenditori, studi legali, corporazioni e organizzazioni no profit.

(AP Photo/Peter Dejong)