Nel primo giorno di quotazione in borsa, le azioni di Uber hanno perso il 7,6 per cento

Nel primo giorno di quotazione a Wall Street, le azioni di Uber hanno perso il 7,6 per cento. Uber – la società di mobilità conosciuta soprattutto per il suo servizio a metà tra i taxi e il noleggio di auto con autista – aveva collocato sul mercato 180 milioni di azioni fissandone il prezzo a 45 dollari ciascuna, con una valutazione della società intorno agli 80 miliardi di dollari. La prima giornata di contrattazioni è finita con il valore della azioni a 41,57 dollari e una stima del valore della società a 76,5 miliardi di dollari: il New York Times lo descrive come un risultato sorprendente, visto che operazioni di queste dimensioni vengono studiate con estrema attenzione, e sottolinea come potrebbe essere un segnale di scarso interesse dei mercati per Uber.

Uber si è quotata in borsa

(ANTHONY WALLACE/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.