• Mondo
  • giovedì 2 maggio 2019

In India stanno evacuando 800mila persone per il ciclone tropicale Fani

L’India ha iniziato l’evacuazione di 800mila persone che vivono nello stato di Odisha, sulla costa est del paese, a causa del ciclone tropicale Fani, che dovrebbe colpire l’area venerdì. Il ciclone è nato nel Golfo del Bengala e le sue folate hanno raggiunto una velocità di 205 chilometri orari. Anche i vicini stati costieri dell’Andhra Pradesh e del Tamil Nadu sono stati messi in allarme e il personale addetto alla gestione delle emergenze è stato dispiegato nei tre stati.

Già lo scorso ottobre a Odisha 300mila persone erano state evacuate a causa del ciclone Titli, che aveva portato venti fino a 150 chilometri all’ora e forti piogge. Almeno due persone erano state uccise dal ciclone.

(AP Photo/Manish Swarup)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.