• Mondo
  • lunedì 29 aprile 2019

Il numero dei morti per il ciclone Kenneth in Mozambico è salito a 38

Il numero dei morti causati dal passaggio del ciclone Kenneth in Mozambico è salito a 38, ha detto lunedì l’Istituto nazionale per la gestione dei disastri (INGC). Negli ultimi giorni della settimana scorsa il ciclone aveva portato piogge copiose e venti molto forti, con raffiche fino a 220 chilometri orari, in buona parte del Mozambico, causando enormi danni e allagamenti. I venti, lunedì, sono molto calati, ma in Mozambico sta ancora piovendo copiosamente: questo ha anche imposto la chiusura di alcuni aeroporti, con ritardi nella consegna degli aiuti alle zone più colpite dal ciclone. A marzo, il passaggio del ciclone Idai aveva già causato enormi devastazioni e la morte di almeno mille persone tra Zimbabwe, Malawi e Mozambico: secondo le Nazioni Unite, almeno 1,8 milioni di persone hanno necessità di aiuto e assistenza nel paese.

Le foto del ciclone Kenneth in Mozambico

Macomia, Mozambico (Saviano Abreu/OCHA via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.