Come funziona buddybank, il conto di UniCredit per chi ha un iPhone

Con una app e qualche passaggio può trasformare il proprio telefono in uno sportello bancario e in una carta di credito

Tra le varie cose che ci siamo abituati a fare con gli smartphone e che fino a qualche anno facevamo “analogicamente”, ci sono sempre di più i pagamenti. Dal 2017 a oggi è diventato possibile gestire le carte di credito e usarle per pagare sia con i dispositivi di Apple che con quelli con sistema operativo Android, grazie alla tecnologia contactless, e sono sempre di più le persone che usano app per dividersi un conto al ristorante o mettere da parte i soldi per un acquisto importante. Anche le banche tradizionali hanno cominciato a entrare in questo settore: in Italia lo fa, ad esempio, UniCredit con buddybank, un servizio per avere un conto bancario attivabile e gestibile sugli iPhone.

Cosa si può fare con la app di buddybank
Prima di tutto aprire un conto bancario senza passare per una filiale: basta scaricare la app e seguire alcune semplici istruzioni. Una volta completato il processo di identificazione necessario e ottenuto l’IBAN del conto, si può usare l’app per tenere sotto controllo uscite ed entrate, fare bonifici, impostare i meccanismi di sicurezza sulle proprie carte, ad esempio limitando l’area geografica in cui funzionano o bloccandole temporaneamente in caso di smarrimento.

Si possono anche impostare dei limiti di spesa giornalieri o mensili. Attraverso l’app si può poi accedere a una chat per avere assistenza personalizzata, disponibile 24 ore al giorno e sette giorni su sette, e trovare gli sportelli automatici (quelli che di solito chiamiamo bancomat) di UniCredit più vicini alla propria posizione.

I due conti che si possono aprire con buddybank
Con buddybank si possono aprire due tipi di conto. Il primo, con le funzioni di base, è a canone mensile da 0 euro; il secondo si chiama buddybank love e per chi lo apre entro la fine di quest’anno ha un canone mensile di 9,90 euro (a partire dal 2020 diventeranno 14,90). Per depositarci del denaro bisogna fare un bonifico oppure rivolgersi a una filiale UniCredit o usare uno dei suoi sportelli automatici più nuovi, i cosiddetti “ATM Evoluti”, abilitati al versamento di denaro: il versamento in questa modalità è gratuito.

Aprendo un conto con le funzioni di base si ottiene una carta di debito Mastercard con cui si può prelevare denaro contante. Non ci sono commissioni se si usano gli sportelli automatici di UniCredit, mentre si pagano 2 euro usando sportelli di altre banche; se si fa un prelievo in valuta straniera invece la commissione è di 2 euro più l’1,75 per cento della somma prelevata. Con la carta di debito si possono anche fare pagamenti online e pagare direttamente attraverso il proprio iPhone (modello 6 e successivi) usando Apple Pay.

Le altre condizioni del conto base sono la possibilità di fare bonifici direttamente dal proprio iPhone: senza commissioni se semplici SEPA, al costo di 2 euro e 50 se istantanei. Ovviamente anche per usare il conto di buddybank è previsto il pagamento dell’imposta di bollo, la stessa che si paga per tutti i conti bancari con giacenza media uguale o superiore ai 5.000 euro, da 34,20 euro. Infine, se oltre alla carta di debito si vuole avere anche una carta di credito legata al conto, si può avere una World Elite Mastercard (i cui costi sono inclusi nel canone di buddybank love) pagando un canone annuo di 80 euro e un costo di emissione di 10. Entrambe le carte sono contactless, e quindi si possono usare senza digitare il PIN per pagare importi inferiori ai 25 euro. Invece per fare acquisti online bisogna avere a portata di mano il proprio iPhone per ottenere un codice usa-e-getta di sicurezza.

La carta di debito Mastercard di buddybank (buddybank)

Con buddybank love si hanno tutti i vantaggi del conto di base, ma il canone della World Elite Mastercard è incluso nel canone mensile di 9 euro e 90 e così come il costo dei bonifici istantanei e ricorrenti. Si può usare la carta anche senza averla fisicamente in mano, facendo pagamenti attraverso Apple Pay, dal proprio iPhone o eventualmente da un Apple Watch. Si può decidere se fare addebitare le proprie spese al conto in un certo numero di rate, oppure tutte insieme al 5 del mese. La carta poi dà accesso ad alcune aree riservate a clienti Mastercard in più di 950 aeroporti internazionali (qui potete vedere quali), a prescindere dalla compagnia aerea con cui si vola.

La cosa più particolare di buddybank love comunque è che nel canone è incluso anche un servizio aggiuntivo, attivo 24 ore al giorno e sette giorni su sette, che si chiama Lifestyle Concierge. Lo fornisce Quintessentially srl, una società britannica: sostanzialmente si occupa di suggerire ai propri clienti cosa fare nel loro tempo libero e procura loro biglietti e prenotazioni per farlo. Ad esempio, consiglia ristoranti e prenota cene, suggerisce mostre da visitare e organizza viaggi, spedisce mazzi di fiori e trova dog sitter: è una specie di assistente per il tempo libero.

Per passare dal conto buddybak di base a buddybank love basta un tocco sullo schermo, come quelli che si fanno quando si attiva una sveglia. Allo stesso modo lo si può disattivare, ma lo si può fare solo una volta al mese: la disattivazione è valida dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene fatta.

La promozione sugli AirPods
Forse avete già sentito parlare di buddybank per via di una promozione che riguarda gli AirPods, le cuffie senza fili di Apple. È la seconda volta che viene fatta e se ne può ancora approfittare se si apre un conto bancario con buddybank, sia quello di base che buddybank love vanno bene, entro lunedì 1 luglio 2019 – inizialmente era entro il 1 maggio, ma è stata prolungata. Funziona così: ha diritto a ricevere gli AirPods chi apre un conto entro il 1 luglio e spende almeno 1.000 euro usando Apple Pay come modalità di pagamento nei primi 90 giorni dall’apertura del conto. Qui c’è il regolamento per saperne di più.

Per ulteriori informazioni potete consultare il sito buddybank.com, dove si può anche contattare via chat una persona di buddybank, oppure leggere questo foglio informativo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.