• Italia
  • giovedì 18 aprile 2019

Il Consiglio dei ministri ha approvato (di nuovo) il decreto sblocca-cantieri

Il Consiglio dei ministri ha approvato nuovamente il decreto sblocca-cantieri, che dovrebbe modificare alcuni aspetti dei controlli sugli appalti pubblici, e dovrebbe essere pubblicato domani sulla Gazzetta ufficiale: lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine della riunione che si è svolta a Reggio Calabria giovedì. Il decreto era stato approvato con riserva già a marzo, ma dopo un tempo record di quattro settimane, il provvedimento non era ancora stato pubblicato. Una delle ragioni principali sembra fosse la divisione interna al governo. La Lega, sostenuta da molte associazioni di imprenditori, in nome della “semplificazione”, voleva ridurre il più possibile i controlli e i regolamenti anticorruzione e antimafia, oltre che la burocrazia in generale. Il Movimento 5 Stelle, un tempo la forza politica che chiedeva la maggiore severità nella gestione di appalti e regolamenti, condivideva il principio in generale, ma non era disposto a far passare tutto ciò che chiedeva la Lega.

«Abbiamo approvato il decreto legge», ha detto Conte in conferenza stampa, «i giornali hanno parlato di una sollecitazione veemente del presidente della Repubblica per il ritardo sul decreto, nulla di vero. Il rapporto con il capo dello Stato è eccellente e rispettoso dei due ruoli. Mi ha invitato a riportare il decreto in Cdm per un ulteriore passaggio formale, c’erano disposizioni in sospeso».

Giuseppe Conte (Ricardo Ceppi/Getty Images)