È morto l’imprenditore Peppino Franchini, aveva 74 anni

È morto l’imprenditore Peppino Franchini, noto per essere stato il fondatore negli anni Settanta della dittà Supermercati Brianzoli. Franchini, che aveva 74 anni, è stato trovato morto nella sua auto parcheggiata al terminal 2 dell’aeroporto di Malpensa. Sua moglie ne aveva denunciato giovedì la scomparsa. Le cause della morte di Franchini non sono ancora note. Sulla sua carriera da imprenditore, riassume il Giorno:

Franchini è uno dei grandi nomi dell’imprenditoria brianzola. Una famiglia che ha sempre avuto fiuto per il commercio. Tutto era iniziato con il nonno Felice, che dall’apertura di un mattatoio a Lentate sul Seveso e di tre macellerie era riuscito a gettare le solide basi per la costruzione di un impero. I passi successivi erano stati compiuti dai figli Oreste e Vittorio che, un passo avanti rispetto agli altri imprenditori, avevano dato vita al primo supermercato self service. Poi il passaggio di consegne alla nuova generazione: Peppino, Angelo e Gianfelice. Con loro nascono i Supermercati Brianzoli: dai quattro punti vendita del 1974 arriveranno fino a una sessantina, coprendo gran parte del nord Italia ma anche sconfinando nella difficile Emilia Romagna. Il passo successivo sarà quello di dare vita, anche in questo caso tra i primi, considerando l’imprenditoria di famiglia, ad aprire tre centri commerciali.

Un’attività di successo, insomma, condotta da chi aveva il business nel sangue e il fiuto per gli affari. Persone, tuttavia, che accanto al lavoro e al desiderio di far crescere sempre di più il loro gruppo, non dimenticheranno quei valori umani che continueranno a farli benvolere da quelle comunità in cui sono cresciuti. La dimensione commerciale raggiunta stuzzicherà infine l’appetito commerciale di Silvio Berlusconi. Sarà proprio quest’ultimo, nel 1991, a rilevare tutta la catena dei supermercati attraverso la Fininvest, con l’obiettivo di accorparli alla Standa. Non riuscirà a replicare il grande successo ottenuto dai Franchini, ancora da tutti associati, a distanza di decenni, al nome dei Supermercati Brianzoli.

Milano Malpensa, Italia (AFP PHOTO / GIUSEPPE CACACE)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.