• Mondo
  • sabato 6 aprile 2019

Boeing ha detto che diminuirà la produzione mensile di 737 MAX

Da 52 a 42, dopo i due incidenti che hanno coinvolto il nuovo e discusso modello di aereo di linea

La società americana Boeing ha detto che diminuirà la produzione mensile di aerei di linea 737 MAX da 52 a 42, dopo che tutti quelli attualmente presenti nel mondo – oltre 350 – erano stati bloccati a terra per precauzione per via degli incidenti in Indonesia e in Etiopia, avvenuti rispettivamente a ottobre e marzo. Le consegne di nuovi Boeing 737 MAX erano state congelate dopo il secondo incidente, e per ora la società non ha indicato una scadenza alla riduzione nella produzione. Non si sa nemmeno per quanto tempo gli aerei continueranno a rimanere a terra.

Le indagini preliminari hanno alimentato i sospetti che l’aereo, che era stato il più grande successo di vendite nella storia di Boeing e per cui erano arrivati oltre 5.000 ordini, avesse un sistema automatico di sicurezza particolarmente invasivo che sarebbe entrato in conflitto con i comandi manuali dei piloti. Venerdì il CEO di Boeing Dennis Muilenburg  ha confermato che è stata una «catena di eventi» a causare i disastri, ma che l’errata attivazione del sistema è stata un elemento comune. Boeing ha annunciato nel frattempo delle modifiche al sistema che risolvono il presunto problema che avrebbe causato gli incidenti.

Cameron Spencer/Getty Images
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.