Carlos Ghosn, ex presidente e amministratore delegato del gruppo Renault-Nissan, è stato arrestato di nuovo in Giappone

L’ex presidente e amministratore delegato del gruppo Renault-Nissan, Carlos Ghosn, è stato arrestato di nuovo in Giappone; era stato rilasciato su cauzione a inizio marzo, dopo 108 giorni di detenzione. Ghosn era stato arrestato in novembre  con l’accusa di di aver deliberatamente sottostimato i propri compensi nei report alle autorità di borsa, e di aver utilizzato beni aziendali a fini personali quando era a capo dell’azienda automobilistica Nissan. Il nuovo arresto è dovuto al trasferimento di fondi Nissan del valore di oltre 13 milioni di euro, tra il 2015 e il 2018, e al sospetto che Ghosn ne abbia usati 4 milioni per interessi personali.

Il capo di Renault-Nissan è stato arrestato

Carlos Ghosn (Harold Cunningham/Getty Images)