• Mondo
  • lunedì 25 marzo 2019

Michael Avenatti, l’avvocato diventato famoso come oppositore di Trump, è stato arrestato con l’accusa di aver ricattato Nike

Michael Avenatti, l’avvocato diventato famoso come oppositore di Trump rappresentando l’ex pornostar Stormy Daniels, è stato arrestato con l’accusa di aver ricattato Nike, la società di abbigliamento sportivo. Secondo l’accusa, formulata dalla procura federale statunitense, Avenatti avrebbe chiesto a Nike 22,5 milioni di dollari (circa 20 milioni di euro) per non diffondere alcune informazioni che avrebbero danneggiato l’immagine della società.

Avenatti – che rappresentava un ex allenatore di basket – diceva di aver trovato le prove di alcuni pagamenti illeciti di Nike ad almeno tre giocatori di basket di squadre del college. Per evitare la pubblicazione delle informazioni, che Avenatti aveva minacciato di diffondere nel momento in cui avrebbero potuto maggiormente danneggiare l’immagine di Nike, erano stati chiesti 1,5 milioni di dollari di risarcimento e un contratto di consulenza compreso tra i 15 e i 25 milioni di dollari. In alternativa, Avenatti aveva proposto a Nike di pagare 22,5 milioni di dollari per chiudere subito tutta la faccenda.

Michael Avenatti (AP Photo/Richard Drew)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.