• Mondo
  • martedì 12 Marzo 2019

Due ex agenti della polizia brasiliana sono stati arrestati per l’omicidio di Marielle Franco, attivista e consigliera comunale di Rio de Janeiro

Due ex agenti della polizia brasiliana sono stati arrestati per l’omicidio di Marielle Franco, attivista e consigliera comunale di Rio de Janeiro uccisa il 14 marzo 2018. Franco fu uccisa con quattro colpi di pistola alla testa: aveva appena partecipato a un incontro sui diritti delle donne nere e si trovava sul sedile posteriore di un’auto insieme alla sua addetta stampa. A un semaforo un’altra auto si era affiancata alla sua e da lì erano stati sparati nove colpi che oltre a Franco avevano ucciso anche l’uomo che era alla guida. Uno dei due uomini arrestati oggi è accusato di essere la persona che sparò contro Franco, che aveva 38 anni ed era molto attiva sul tema dei diritti umani nelle favelas brasiliane.