È morto a 98 anni il critico letterario Jean Starobinski

Il critico letterario e scrittore svizzero Jean Starobinski è morto lunedì a Morges, in Svizzera: aveva 98 anni. Starobinski era nato a Ginevra nel 1920 e si era laureato in Lettere e successivamente in Medicina, con una specializzazione in psichiatria. Si era però fatto conoscere soprattutto come critico letterario. Armando Torno lo ha definito sul Sole 24 Ore «il più grande critico della letteratura dei nostri giorni». Tra i suoi libri più famosi ci sono L’occhio vivente, Il rimedio nel male. Critica e legittimazione dell’artificio nell’età dei Lumi e A piene mani. Dono fastoso e dono perverso. Ha poi scritto alcuni importanti saggi su Jean-Jacques Rousseau, Montaigne e Charles Baudelaire.

(Wikimedia)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.