• Mondo
  • mercoledì 6 marzo 2019

Carlos Ghosn, ex presidente e amministratore delegato del gruppo Renault-Nissan, è stato liberato su cauzione

L’ex presidente e amministratore delegato del gruppo Renault-Nissan, Carlos Ghosn, è stato liberato su cauzione. Ghosn era stato arrestato lo scorso novembre in Giappone con l’accusa di avere trattenuto per sé alcuni fondi aziendali quando era a capo dell’azienda automobilistica Nissan. Nel corso di questi mesi in carcere aveva richiesto più volte di essere liberato su cauzione, ricevendo sempre rifiuti e l’estensione del suo periodo di detenzione. L’ultima richiesta, fatta dal nuovo avvocato di Ghosn, Junichiro Hironaka, era stata però accolta da un tribunale di Tokyo, che aveva fissato la cauzione a un miliardo di yen, circa 8 milioni di euro.

Carlos Ghosn (Harold Cunningham/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.