• mini

La strega di Bruegel

Quella rappresentata in "Margherita la pazza", conservato al Museo Mayer van den Bergh di Anversa

“Margherita la pazza” di Pieter Bruegel il Vecchio; è al Museo Mayer van den Bergh di Anversa (Mayer van den Bergh)

Il personaggio al centro di Margherita la pazza di Pieter Bruegel il Vecchio, un dipinto del 1563, è una strega del folklore fiammingo: “Dulle Griet”, che è anche il titolo originale del quadro. È una personificazione dell’avarizia e per questo nell’opera è rappresentata mentre va verso una delle bocche dell’inferno portandosi dietro le ricchezze che ha saccheggiato nel paesaggio alle sue spalle. Oltre alla strega si vedono numerose figure mostruose, nello stile di Hieronymus Bosch, un altro importante pittore fiammingo (olandese), morto qualche anno prima della nascita di Bruegel. Per via del personaggio di Dulle Griet nelle Fiandre tutte le donne irascibili venivano soprannominate “Griet”: anche le figure che nel dipinto seguono la strega raccogliendo gli oggetti che ha fatto cadere sul suo percorso sono donne, ragione per cui secondo alcuni studiosi l’opera è una presa in giro delle donne aggressive.

TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.