Una corte di appello statunitense si è espressa a favore della fusione tra AT&T e Time Warner

Il giudice federale di una corte di appello statunitense si è espresso a favore della fusione dell’azienda telefonica AT&T con l’azienda di telecomunicazioni Time Warner, ora nota come WarnerMedia. A favore della fusione, di cui si parla da anni, si era già espresso un giudice lo scorso giugno, alla fine di un processo per verificare se l’accordo ponesse problemi di concorrenza sleale nel settore delle pay-TV, come indicato dal dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Il dipartimento di Giustizia però aveva fatto appello alla decisione, ma anche la sentenza di oggi ha dato ragione a WarnerMedia. È uno dei più grandi produttori di film, serie tv e altri contenuti televisivi al mondo: detiene tra gli altri le proprietà di CNN, HBO e Warner Bros.

 

KENA BETANCUR/AFP/Getty Images