• Mondo
  • venerdì 22 febbraio 2019

Altre due donne hanno accusato R. Kelly di violenza sessuale

Altre due donne hanno accusato il cantante e produttore R&B R. Kelly di avere abusato sessualmente di loro a metà degli anni Novanta, quando entrambe erano ancora minorenni. Le accuse delle due donne, Latresa Scaff e Rochelle Washington, sono arrivate sei settimane dopo la messa in onda del documentario Surviving R. Kelly, in cui diverse donne raccontano le molestie e gli abusi sessuali che nel corso degli anni avrebbero subito dal cantante.

All’epoca dei fatti Scaff aveva 16 anni e Washington 15. Avevano partecipato a un concerto di R. Kelly e a un party successivo dove secondo la loro ricostruzione lo staff di Kelly aveva offerto loro alcol e droga. Poco dopo erano state condotte nella stanza del cantante, dove lui mostrò il suo pene a entrambe e chiese loro di avere un rapporto sessuale a tre. Kelly ebbe un rapporto sessuale solo con Scaff, che però non era nelle condizioni per poter dare il proprio consenso, ha affermato, mentre Washington riuscì a chiudersi in bagno.

Gli avvocati di Kelly hanno negato le accuse e hanno detto che il loro cliente non ha mai avuto rapporti sessuali con minorenni. Nel 2002 R. Kelly fu accusato per possesso di materiale pedopornografico, ma nel 2008 venne assolto da tutte le accuse.

R. Kelly durante un concerto nel 2015 al Sun Life Stadium di Miami, Florida. (Aaron Gilbert / MediaPunch /IPX/AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.