• Media
  • giovedì 14 febbraio 2019

È morto il giornalista Emilio Randacio, aveva 49 anni

Emilio Randacio, giornalista della Stampa che aveva lavorato per molti anni a Repubblica, è morto a Milano. Era un giornalista di cronaca giudiziaria e aveva seguito i più importanti e noti processi degli ultimi anni. Randacio è stato trovato morto nella sua abitazione dopo che i colleghi lo cercavano da tutto il giorno, scrive la Stampa; “un malore, forse un infarto”.

Aveva cominciato vincendo il concorso alla Scuola di Giornalismo Ifg di Milano, poi era stato in cronaca all’Avvenire dove aveva iniziato a frequentare il Palazzo di Giustizia a metà degli Anni Novanta. Dopo un decennio a La Repubblica era approdato solo 15 mesi fa nel nostro giornale. Savonese di Albisola, appena poteva scappava nel suo buen retiro ligure dove lo aspettava il suo magnifico cane lupo con cui amava fare lunghe passeggiate nei boschi a caccia di funghi. Nei giornali in cui ha lavorato ha lasciato un segno indelebile. Suoi tutti i casi più importanti di cronaca giudiziaria degli ultimi vent’anni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.