• Cultura
  • martedì 12 febbraio 2019

Alla cerimonia degli Oscar quattro premi saranno assegnati durante la pubblicità

L’11 febbraio l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l’associazione che assegna gli Oscar, ha detto che durante la prossima cerimonia, in programma il 24 febbraio, l’assegnazione di quattro premi non sarà trasmessa in diretta tv. I quattro premi assegnati durante la pubblicità saranno quelli per la miglior fotografia, il miglior montaggio, il miglior trucco e il miglior cortometraggio.

La premiazione e i discorsi dei premiati si potranno vedere dopo, sintetizzati, in tv, o in diretta dal sito degli Oscar. La scelta è stata fatta per rendere più breve la cerimonia e provare a limitare il calo di ascolti, che negli ultimi anni è stato sempre più significativo. Molti giornalisti e professionisti del cinema hanno però criticato la decisione, facendo tra l’altro notare che, in particolare nel caso di fotografia e montaggio, si parla di aspetti molto importanti (anzi: imprescindibili) per la buona riuscita di un film.

In riferimento alla fotografia (che in inglese si chiama “cinematography”), il regista Alfonso Cuarón – vincitore di due Oscar nel 2014 e regista di Roma, candidato a dieci premi – ha scritto: «Nella storia del CINEMA, ci sono stati capolavori senza suono, senza colore, senza una storia, senza attori e senza musica. Ma nessun film senza “CINEMAtograhpy” e “editing” (montaggio)».

John Bailey, presidente dell’Academy, ha spiegato in una lettera che è stato previsto che le categorie la cui premiazione non viene mostrata cambino di anno in anno.

Una statuetta degli Oscar, prima di essere completata (DON EMMERT/AFP/Getty Images)