• Mondo
  • lunedì 11 febbraio 2019

Almeno quattro persone sono morte a Haiti durante le manifestazioni contro il presidente Jovenel Moise

Almeno quattro persone sono morte durante gli scontri tra polizia e manifestanti durante le proteste che da giovedì 7 febbraio sono in corso ad Haiti. Le proteste, che si sono tenute in diverse città del paese, sono state organizzate dal leader dell’opposizione Moise Jean Charles per chiedere le dimissioni del presidente Jovenel Moise: hanno partecipato migliaia di persone. I manifestanti contestano a Moise di non aver voluto indagare gravi sospetti di corruzione del precedente governo. Lo scorso dicembre, infatti, era stato scoperto che 2 miliardi di dollari prestati ad Haiti a tassi di favore nel 2008 dal gruppo petrolifero venezuelano Petrocaribe erano stati sottratti indebitamente da funzionari e ministri del governo.

(AP Photo/Dieu Nalio Chery)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.