• Mondo
  • giovedì 7 Febbraio 2019

Il tasso di suicidi nel mondo è diminuito del 32,7 per cento dal 1990

Dal 1990 al 2016 il numero di suicidi in tutto il mondo è diminuito di quasi un terzo, ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista medica britannica British Medical Journal (BMJ). Stando ai dati della ricerca, nel 2016 si sono suicidate circa 817 mila persone, un aumento del 6,7 per cento dal 1990, che va però bilanciato con l’incremento della popolazione: secondo i calcoli degli studiosi il tasso di suicidi è calato del 32,7 per cento, passando da 16,6 a 11,2 suicidi ogni 100 mila morti.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ogni anno si suicidano almeno 800 mila persone in tutto il mondo. Lo fanno soprattutto gli uomini: si parla di circa 15,6 suicidi tra gli uomini ogni 100 mila morti, contro 7 suicidi tra le donne. La ricerca ha rilevato anche grosse differenze da paese a paese: in Cina per esempio, dal 1990 il tasso medio di suicidio è diminuito del 64,1 per cento mentre in Zimbabwe, nello stesso periodo di tempo, è quasi raddoppiato.

Perché i suicidi stanno diminuendo

***

Dove chiedere aiuto
Se sei in una situazione di emergenza, chiama il numero 112. Se tu o qualcuno che conosci ha dei pensieri suicidi, puoi chiamare il Telefono Amico allo 199 284 284 oppure via internet da qui, tutti i giorni dalle 10 alle 24.

Puoi anche chiamare i Samaritans al numero verde gratuito 800 86 00 22 da telefono fisso o al 06 77208977 da cellulare, tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Una scarpa per ogni persona suicida in Nuova Zelanda tra il 2016 e il 2017, durante una manifestazione per sensibilizzare sull'argomento a Rotorua (Mead Norton/Getty Images)