• Sport
  • giovedì 7 febbraio 2019

Il corpo recuperato dai resti dell’aereo su cui viaggiava Emiliano Sala è quello del calciatore

Il corpo recuperato dai resti dell’aereo su cui viaggiava Emiliano Sala, precipitato il 21 gennaio, è quello del calciatore argentino. Lo ha annunciato la polizia del Dorset. Sull’aereo insieme a Sala c’era solo il pilota David Ibbotson, ma finora non è stato recuperato il suo corpo. I resti dell’aereo (un Piper PA-46 Malibu), che erano stati trovati il 4 febbraio dopo giorni di ricerche, si trovano ancora sul fondale del canale della Manica, dato che non è stato possibile recuperarli a causa delle cattive condizioni meteorologiche.

L’aereo era scomparso mentre sorvolava l’isola di Alderney, nel canale della Manica al largo della Normandia. Sala, che aveva 28 anni, era in viaggio da Nantes a Cardiff, dove si sarebbe dovuto trasferire per giocare nella squadra del Cardiff City, che attualmente è nella Premier League inglese. Il suo cartellino era costato 18 milioni di euro. Avrebbe dovuto esordire il 29 gennaio a Londra contro l’Arsenal.

(LOIC VENANCE/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.