Microsoft smetterà di aggiornare Windows 7 dal 2020

Microsoft ha annunciato che tra un anno smetterà di fornire aggiornamenti per Windows 7, il suo sistema operativo disponibile dal 2009 e che si stima sia ancora utilizzato su circa un terzo dei computer Windows in giro per il mondo. Il supporto tecnico per Windows 7 sarà interrotto il 14 gennaio del 2020: i singoli clienti privati non riceveranno più aggiornamenti, mentre quelli aziendali potranno accedere a un servizio aggiuntivo a pagamento per gli aggiornamenti critici, soprattutto legati alla sicurezza. Microsoft confida in questo modo di incentivare ulteriormente il passaggio a Windows 10, il suo attuale sistema operativo che alla fine del 2018 ha superato per la prima volta Windows 7 per numero di computer su cui è installato.

La sede di Microsoft a Redmond, nello stato di Washington (AP Photo Ted S. Warren, File)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.