• Mondo
  • martedì 8 Gennaio 2019

Il presidente del Guatemala ha espulso l’importante commissione anti-corruzione dell’ONU che stava indagando su di lui

Il presidente del Guatemala, l’ex comico televisivo Jimmy Morales, ha ordinato l’espulsione dal paese della Commissione internazionale contro l’impunità in Guatemala (CICIG), un organo indipendente appoggiato dall’ONU che da diverso tempo stava cercando di indagare su di lui. Morales era infatti stato accusato di corruzione e uso irregolare di fondi elettorali.

Inizialmente Morales aveva appoggiato il lavoro della CICIG, che negli ultimi anni ha portato all’arresto di decine di funzionari e dirigenti di aziende in un paese dove la corruzione dilaga e l’impunità dei reati è altissima; quando però era diventato lui stesso oggetto d’indagine, aveva detto di voler rivedere i poteri della Commissione, provocando le proteste di migliaia di persone.

Jimmy Morales (JOHAN ORDONEZ/AFP/Getty Images)