Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, con una giacca dei Vigili del Fuoco (ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Il sindacato dei Vigili del Fuoco non è contento delle divise indossate da Matteo Salvini

Il coordinatore nazionale dell'USB ha denunciato il ministro dell'Interno, accusato di uso improprio della divisa

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, con una giacca dei Vigili del Fuoco (ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Costantino Saporito, coordinatore nazionale dell’Unione sindacale di base (USB) dei Vigili del Fuoco, ha denunciato per via amministrativa il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusandolo di indossare illecitamente la divisa dei pompieri. Da settimane in moltissime sue uscite pubbliche Salvini indossa infatti divise delle forze dell’ordine, dai Vigili del Fuoco alla polizia alla Protezione Civile. La lettera di denuncia è stata indirizzata a Salvini, al capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e al responsabile dell’Ufficio di garanzia dei diritti sindacali.

Scrive Saporito:

Onde evitare che si proseguano atteggiamenti lesivi all’immagine del ministero, bloccate immediatamente questo uso improprio che sta generando azioni estemporanee da parte di chi crede che tutto vale e la legge non vada rispettata.

Il codice penale prevede la punizione con una multa fino a 929 euro per “chiunque abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato”. Salvini è solito indossare divise, magliette, felpe e altri abiti utilizzati dalle forze dell’ordine, pratica che negli ultimi tempi ha portato a diverse critiche, anche da parte della CGIL dei Vigili del Fuoco.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.