• Mondo
  • lunedì 31 Dicembre 2018

Un cittadino statunitense è stato arrestato in Russia con l’accusa di spionaggio

I servizi segreti russi, l’agenzia nota con la sigla FSB, hanno detto che il 28 dicembre un cittadino statunitense è stato arrestato a Mosca, in Russia, con l’accusa di spionaggio. L’FSB ha detto che la persona arrestata si chiama Paul Whelan, ma non ha dato ulteriori dettagli né su di lui né sulle accuse che gli sono state rivolte. Se dovesse essere giudicato colpevole, Whelan potrebbe scontare tra i 10 e i 20 anni di carcere, ha scritto l’agenzia di news russa TASS. Gli Stati Uniti non hanno ancora commentato la notizia.

La sede dell'FSB a Mosca, in Russia (MLADEN ANTONOV/AFP/Getty Images)