• Mondo
  • sabato 8 dicembre 2018

L’estremista di destra che nel 2017 guidò contro i manifestanti a Charlottesville, in Virginia, è stato condannato per omicidio

Alex Fields Jr., l’uomo che il 12 agosto 2017 investì la folla ferendo 19 persone e uccidendo una donna durante una manifestazione a Charlottesville, in Virginia, è stato condannato per omicidio e per lesioni aggravate. Fields ha 21 anni e secondo le indagini e l’accusa è un suprematista bianco, cioè un estremista di destra con idee razziste. La manifestazione durante la quale guidò contro la folla era stata organizzata per protestare contro un’altra manifestazione, un raduno di estremisti di destra. Non si sa ancora che pena dovrà scontare Fields, dato che per ora è stato solo condannato da una giuria e non c’è stata la sentenza del giudice competente; rischia fino a trent’anni di prigione.

Alex Fields Jr. il 12 agosto 2017 a Charlottesville, in Virginia (Eze Amos via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.