La ministra della Salute ha revocato le nomine dei 30 componenti “non di diritto” del Consiglio superiore di sanità

La ministra della Salute Giulia Grillo ha revocato le nomine dei 30 componenti “non di diritto” del Consiglio superiore di sanità (CSS), il più importante organo di consulenza tecnico scientifica del ministero della Salute. La revoca delle nomine – una prerogativa del ministero – è stata ricevuta con una certa sorpresa dai componenti del CSS, i cui incarichi erano stati rinnovati nel 2017 e avrebbero dovuto durare per tre anni. Il CSS – che il ministero deve consultare obbligatoriamente in certi casi ma che ha anche la possibilità di proporre pareri su questioni che ritiene rilevanti – è formato anche da 29 membri “di diritto”, le cui nomine non possono essere revocate dal ministero.

Il ministro della Salute Giulia Grillo (ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)