• Mondo
  • mercoledì 28 novembre 2018

Il capo dell’esercito dello Sri Lanka è stato arrestato per aver coperto degli omicidi durante la guerra civile

L’ammiraglio e capo dell’esercito dello Sri Lanka Ravindra Wijegunaratne è stato arrestato a Colombo, la capitale dello Sri Lanka, per aver coperto un ufficiale della marina accusato di aver ucciso 11 giovani uomini durante le fasi finali della guerra civile contro i ribelli separatisti Tamil tra il 2008 e il 2009.

Per Wijegunaratne il tribunale ha stabilito la custodia cautelare fino al 5 dicembre. All’inizio di novembre erano stati emanati tre mandati di cattura nei suoi confronti, ma l’ammiraglio si è presentato davanti ai giudici solo oggi, vestito con la sua uniforme militare circondato da altri ufficiali della marina.

L'ammiraglio e capo dell'esercito dello Sri Lanka Ravindra Wijegunaratne arriva in tribunale a Colombo. (ISHARA S. KODIKARA/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.