• Sport
  • lunedì 29 ottobre 2018

Lewis Hamilton ha vinto il Mondiale di Formula 1

Sono cinque, come quelli vinti da Juan Manuel Fangio, e due in meno dei sette di Michael Schumacher, il suo prossimo obiettivo

Il pilota inglese della Mercedes Lewis Hamilton ha vinto per la quinta volta in carriera il Mondiale di Formula 1. Hamilton lo ha vinto con due gare di anticipo: è arrivato soltanto quarto nel Gran Premio del Messico — corso domenica sera a Città del Messico e vinto dall’olandese della Red Bull Max Verstappen — ma visto il vantaggio di 70 punti che aveva in classifica generale sul secondo classificato, il piazzamento gli è bastato per ottenere i punti che lo hanno reso irraggiungibile: era sufficiente che arrivasse tra i primi sette, o anche solo prima di Sebastian Vettel. Sono solo due i piloti che hanno vinto almeno cinque volte il Mondiale di Formula 1: uno è Juan Manuel Fangio, l’altro è Michael Schumacher, che lo ha vinto per sette volte.

La vittoria di Hamilton era data per scontata da almeno un mese, dopo che era riuscito a vincere quattro Gran Premi consecutivi accumulando un buon vantaggio sul pilota della Ferrari Sebastian Vettel, complici gli errori di quest’ultimo e della Scuderia Ferrari. Hamilton ha 33 anni e pare non abbia intenzione di lasciare le corse fin quando non raggiungerà il record di Michael Schumacher.

La classifica dei piloti di Formula 1:

1) 🇬🇧 Lewis Hamilton  358
2) 🇩🇪 Sebastian Vettel  294
3) 🇫🇮 Kimi Raikkonen  236
4) 🇫🇮 Valtteri Bottas  227
5) 🇳🇱 Max Verstappen  216
6) 🇦🇺 Daniel Ricciardo  146
7) 🇩🇪 Nico Hulkenberg  69
8) 🇲🇽 Sergio Perez  57
9) 🇩🇰 Kevin Magnussen  53
10) 🇪🇸 Fernando Alonso  50

La classifica dei costruttori:

1) 🇬🇧 Mercedes  585
2) 🇮🇹 Ferrari  530
3) 🇦🇹 Red Bull Racing  362
4) 🇫🇷 Renault  114
5) 🇺🇸 Haas Ferrari  84
6) 🇬🇧 McLaren Renault  62
7) 🇬🇧 Force India Mercedes  47
8) 🇨🇭 Sauber Ferrari 36
9) 🇮🇹 Toro Rosso Honda 33
10) 🇬🇧 Williams Mercedes 7

(GettyImages)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.