• Mondo
  • martedì 23 ottobre 2018

È stata trovata una bomba nella cassetta delle lettere di una casa di George Soros

È stata trovata una bomba nella cassetta delle lettere della casa di George Soros a Westchester County, nello stato di New York. Soros è un imprenditore e filantropo statunitense di origini ungheresi che da anni è il bersaglio di insulti, critiche durissime, notizie false e innumerevoli teorie del complotto da parte di gruppi e politici di estrema destra, per via delle sue idee liberali e progressiste. La bomba è stata fatta detonare dagli artificieri, arrivati sul posto dopo una telefonata che li aveva avvertiti di un pacco sospetto. «Un impiegato della residenza ha aperto il pacco e ha visto quello che gli è sembrato un ordigno esplosivo», ha detto la polizia in un comunicato. «L’impiegato ha portato il pacco all’aperto e ha chiamato la polizia». Soros, che ha 87 anni, non era in casa. L’FBI ha aperto un’indagine.

George Soros, 26 maggio 2013 (ERIC PIERMONT/AFP/Getty Images)