• Mondo
  • giovedì 18 ottobre 2018

Abdul Raziq, potente capo della polizia nel sud dell’Afghanistan, è morto in un attentato

Abdul Raziq – il generale che era a capo della polizia della provincia di Kandahar, nel sud dell’Afghanistan – è stato ucciso. Raziq è morto dopo aver avuto un incontro a Kandahar con il generale Austin S. Miller, responsabile delle forze armate statunitensi in Afghanistan. I talebani hanno rivendicato l’attacco. Associated Press ha scritto che secondo fonti afghane oltre a Raziq sono morti anche altri due alti funzionari afghani, e che due soldati statunitensi sono rimasti feriti. Le forze armate statunitensi hanno scritto che Miller non è ferito.

Raziq era in passato sopravvissuto a molti altri attentati ed era una figura controversa: era sospettato di aver violato i diritti umani, ma era ritenuto molto efficace nella lotta ai talebani. Alcune fonti afghane dicono che a uccidere Raziq e gli altri due funzionari sarebbero state le loro guardie del corpo.

(AP Photo/Rahmat Gul)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.